JoomlaTemplates.me by HostMonster Reviews

Dalpe 25-26 agosto 2012: seminario con Mao Valpiana

Creato: Martedì, 24 Luglio 2012 Ultima modifica: Sabato, 05 Marzo 2016 Pubblicato: Martedì, 24 Luglio 2012

Per una convivenza interetnica

Dopo l’interruzione degli ultimi due anni, il CNSI riprende il consueto incontro-seminario estivo a Dalpe, che si svolgerà quest’anno da sabato 25 agosto alle ore 10.00 a domenica 26 agosto 2012 alle ore 16.30 e che speriamo possa invogliare a partecipare anche chi non ha ancora mai fatto questa arricchente e straordinaria esperienza di condivisione.
Questa volta sarà animato da Mao Valpiana (a suo tempo obiettore al servizio ed alle spese militari), direttore della rivista Azione nonviolenta, presidente del Movimento Nonviolento italiano, animatore della Casa per la Nonviolenza di Verona, e membro del Comitato Scientifico della Fondazione Alexander Langer.

Contenuti e metodologia
Dopo un’introduzione su alcuni concetti chiave del metodo nonviolento, leggeremo insieme il Decalogo proposto da Alexander Langer e lavoreremo, in assemblea plenaria e per piccoli gruppi, sui 10 punti e situazioni di contatto e conflitto inter-etnico (o inter-culturale, inter-confessionale, inter-razziale, ecc.).  Utilizzeremo anche il testo del Quaderno di Azione nonviolenta “La nonviolenza per la città aperta – Attualità del Decalogo per la convivenza interetnica di Alex Langer” che verrà distribuito ai partecipanti, e la sera vedremo insieme il video.
Ormai il tempo è più che maturo perché ci si occupi non solo e non tanto della definizione dei “diritti etnici” (o nazionali, o confessionali, ecc.), ma della ricerca di criteri per costruire un ordinamento della convivenza pluri-culturale, che ovviamente non potrà essere in primo luogo concepito come un insieme di norme e di statuizioni legali, ma soprattutto di valori e di pratiche della mutua tolleranza, conoscenza e frequentazione.
I 10 punti suggeriti da Alexander Langer costituiscono una mappa per individuare le vie della nonviolenza per affrontare e risolvere i conflitti che quotidianamente emergono a causa di politiche di esclusione, che generano paura, diffidenza, intolleranza.
Realizzeremo anche dei “giochi di ruolo” e seguirà un momento finale assembleare per la condivisione, il confronto e l’individuazione dei contenuti utili anche all’attività del Centro per la Nonviolenza della Svizzera Italiana.

Partecipazione ed iscrizione
La partecipazione al seminario è aperta a tutti gli interessati e sarà gratuita. I partecipanti si suddivideranno le spese di vitto. Il pernottamento (in un châlet di vacanza) è previsto sul posto .
Per informazioni ed iscrizioni (al più presto, comunque entro il 14 agosto 2012) vedi pagina contatti.

Visite: 1534